PDFStampaE-mail

Reviews

Download

Le recensioni sono ordinate per “opera, ruolo e teatro”

Recensioni generali

L'Arena Verona in occasione della consegna del "Premio Le Voci" come  giovane emergente:    "Peirone ha tutto del difficilissimo compito riservato spesso al registro basso nelle opere buffe: la vena parodistica, una dovizia vocale di luci ed ombre, una grande  capacità allusiva, l'attitudine ad esprimere più sentimenti in una sola volta. e ciò per  quanto di  nuovo ha saputo concretizzare durante il concerto in fatto di vento fresco,  di battito accelerato del sangue, di giovanile, di svelto, di spiccio.. Gags a volte  irresistibili quelle di Peirone, invenzioni imprevedibili, portate con una sorte di  giovanile incontenibile impudicizia."  (G.Villani)

Alto Adige

"Matteo Peirone nel ruolo di "buffo" è sempre in grado si svettare grazie ad un  impianto vocale di prim'ordine, ma anche in forza di una padronanza totale  dell'atteggiamento scenico, piegato con duttilità e naturale simpatia a ogni esigenza  del testo."    A.Bambace

Recensioni per autore , opera e ruolo

-          Gioacchino Rossini

La Cenerentola  (Don Magnifico)

Opera Web  Reviews (Genova Carlo Felice)

"..when the young "buffo" Matteo Peirone sings the first note we suddenly realize that  Don Magnifico is still with us: Peirone has a Confident vocal emission, easily reaching  the audience, a warm and pleasant timbre, and actor's qualities like a veteran.  An enrapturing interpretation, thanks also to his perfect diction inthe recitativi, always  understandable and incisive, and to the impressing number of words per second that  Peirone was able to sing in the famous arias, always with a rich and penetrating  voice.  …..we expect great things from this authentic "buffo".  M.Milano

Il Secolo XIX

"Eccellente l'efficacia buffa del "Don Magnifico" del savonese Matteo Peirone, approdato al canto da non molti anni, capace di spigliatezze argute ed  adeguatamente toniche."  C.Tempo

Il Giornale (Pavia Teatro Fraschini)

"Irresistibile macchietta, capace di sfiorare, senza mai toccare il farsesco il Don  Magnifico di Matteo Peirone"  P.A.Franini

Il Giorno

"Matteo Peirone, accurato e disinvolto patrigno di Cenerentola"  L.Arruga

"L'Alsace" (Opera du Rhin / Strasburgo)

"Le basse Matteo Peirone est un Don Magnifico au chant souple et vigoreux, capable  de derouler ses volubiles " catalogues" avec un'energie irresistible"  Ch.Frouchart    "L'Opera"

"più di un consenso ha suscitato il Don Magnifico di Matteo Peirone, il quale ha conferito al personaggio tutti gli accenti che gli son propri"

C.Sugliano   

Barbiere di Siviglia  (Don Bartolo)

"L'opera" (Musikfestspiel  Dresden)

"Matteo Peirone con un velocissimo sillabato, si dimostrava un abile caratterista nel  ruolo di Don Bartolo."  Ch.Mai

"La Rioja" (Saragoza)

"Rayaron al maximo nivel los dos bajos comicos....Peirone es abitual en los grandes teatros liricos y es un autentico lujo tenerlo aquien un role que borda a la perfecion, Peirone destaca por su insuperable vis comica sin caer en un istrionismo exagerado tan abitual en este papel, pero ademas las da todas contando..."  E,Aisa

Opera International”   (Opera di Roma)

“ Matteo Peirone offre un Bartolo  di buona voce  e di ottimo carattere” G:Guandalini

”Amici della Musica”    (Lirico di Cagliari)

“…si sono particolarmente distinti…Matteo Peirone  credibilissimo e godibilissimo Bartolo”  Lanfranchi

Il Turco in Italia   (Don Geronio)

L'opera (Teatro Grande di Brescia)

"Matteo Peirone era un aitante e vocalmente ottimo Geronio "    G.Banti

La Provincia

"Peirone sembra avviato a un brillante futuro di basso-buffo ugualmente dotato di

capacità vocali e gestuali"    U.Giani

-          Gaetano Donizetti

Elisir d'Amore   (Dulcamara)

L'Eco di Bergamo (Donizetti Bergamo)

"Vivacissimo,esuberante ma sempre elegante ed equilibrato, tanto nella  effervescente rappresentazione  scenica, quanto nell'agile e brillante presenza vocale  (affidata ad una voce ben timbrata e saggiamente amministrata) è apparso il  Dulcamara di Matteo Peirone"   G.L.Gonnella

Il Sole 24 Ore (Teatro Alla Scala)

"Eccellente Matteo Peirone : Dulcamara sapido e con perfetta dizione. E' forse la  prima volta che percepiamo tutte, assolutamente tutte le parole della celebre  cavatina."

C.M.Casanova

Ultima Hora (Palma de Mallorca)

“en el reparto solista se destaco’ a distanzia el bajo Matteo Peirone en el papel de doctor Dulcamara, con radiante comicidad y sobresaliente cantar…” A.De Caceres

Teatro org.   (Festival Donizettiano)

Total look nero dell'istrionico Dulcamara, interpretato dal basso buffo Matteo Peirone, che è riuscito fin dal suo ingresso in scena, a catturare il pubblico lucchese inizialmente freddo. Mossettine, espressioni e presenza scenica imponente lo hanno reso molto divertente e assai attuale.

L’Opera    (Trapani)

“ Dulcamara interpretato da Matteo Peirone con molteplici risorse sceniche e vocali , a cominciar dal brillante esordio sul carrettino siciliano, pronto ad esercitare tutta la sua superiorità sull’ingenua credulità dei suoi clienti, sottolineando con movimenti da marionetta il suo “io son ricco” sino all’adeguato epilogo in passerella…” S: Patera

Sun Sentinel    (Palm Beach Opera)

Matteo Peirone was a scene stealer as the traveling quack Dr. Dulcamara. A stalwart basso-buffo who can toss off patter at lightning speed, Peirone is a real showman with impeccable comic timing.

Il Campanello      (Don Annnibale Pistacchio)

"L'opera"

" Il giovane Matteo Peirone (Don Annibale) un "buffo" che cerca di tenere presente la  lezione dei suoi migliori predecessori, mantenendo la giusta misura nei gesti  e nella  vocalità"    P.Borgognone

"L'Eco di Bergamo"

".una vicenda che sembra tagliata su misura per la verve teatrale gustosissima e  contagiosa di Matteo Peirone, che anche nella consumata gestione delle sue risorse  vocali dimostra di possedere la predisposizione per la recitazione più scanzonata."    B.Zappa

Viva la Mamma!   (Mamma Agata)

Die Presse”  (Vienna Kammeroper)

“Comicità potente ed efficace per la Mamma Agata di Matteo Peirone”

Dresdner Neueste Nachrichten (Dresden Semperoper)

„ .simpatica e vitalissima la Mamma Agata di Matteo Peirone“

-          W. A. Mozart

"Le nozze di Figaro ( Bartolo, Antonio)

"L'opera" (Teatro Verdi di Trieste)

" una lodevole esecuzione da parte di Matteo Peirone che è un imperversante Bartolo"  R.Alessi

"Messaggero Veneto

"N.Curiel ha garantito una particolare evidenza al ruolo di Marcellina, formando con il  Bartolo del ligure Matteo Peirone, basso buffo di qualità, una coppia indovinata"  D.Soli

Opera Actual (Bilbao ABAO)

Dentro de estos niveles hay que destacar al bajo Matteo Peirone de buena voz y gracioso como Bartolo"  J.A.Solano

"Il Giornale" (Teatro alla Scala)

" E fanno una gran figura di di cantanti-attori comici anche..il giardiniere testardo di Matteo Peirone" A.Cantù

"Die Presse"

"Matteo Peirone è un ottimo Antonio"  W.Dobner

"Corriere del ticino"

"MAtteo Peirone è un irresistibile giardiniere Antonio" E.Airoldi

Così fan tutte    (Don Alfonso)

Palm Beach Arts paper    (Palm Beach Opera)

As Don Alfonso, the Italian bass Matteo Peirone was absolutely on point. He had just the right kind of smirky knowingness as the moral philosopher who sets this comedy in motion, and the conversational style of his firm, warm voice embodied the character every bit as much as his acting.  Greg Stepanich

Palm Beach Daily news

As Don Alfonso, the world-weary cynic, bass Matteo Peirone presented a vocally secure and dramatically right on portrayal. His style was extremely suave with a keen eye for the subtle touch.   Spencer Butler

-          Wolf- Ferrari

I Quatro Rusteghi   (Simon)

Famiglia Cristiana

".C'era un gruppo di giovani e giovanissimi ben amalgamati dalla regia di Giorgio  Gallione che hanno saputo trarsi d'impaccio scenicamente e vocalmente mettendo  soprattutto in evidenza la bella e sonora voce di basso di Matteo Peirone (il rustego  Simon)  G.Gualerzi

"L'opera"

"La compagnia di canto è apparsa sostanzialmente convincente soprattutto dal punto  di vista scenico.Vocalmente si sono distinti gli ottimi Antonio Abete (Lunardo) e  Matteo Peirone (Simon)  N.Salmoiraghi

"L'opera" (recensione CD)

"..un plauso particolare ad Antonio Abete  e Matteo Peirone per la raffinatezza  raggiunta nel duetto ..dove la malinconia.è sottolineata in maniera eccellente  offrendo un momento di largo respiro melodico."  N.Salmoiraghi

-          D.Cimarosa

“Il Maestro di Cappella"

"La Stampa"

"Il basso Matteo Peirone e gli strumentisti diretti da M.Peyretti hanno fatto un ottimo  lavoro.. Eccezionale Matteo Peirone: basso buffo di antica concezione, belle doti  vocali straordinariamente messe a frutto, un raro senso della scena e dello  spettacolo, per niente artefatto e manieroso, improntato invece ad una prodigiosa  spontaneità."    A.Galazzo

"Corriere dell'arte"

"qui emerge la verve scenica di sicuro effetto del basso buffo Matteo Peirone calatosi con estremo gusto nella parte..."   A.Mormile

-          G.F.Haendel

Serse Elviro

"L'Opera" (Opera de Montpellier)

"Matteo Peirone, lodevole discepolo dell'indimenticabile Paolo Montarsolo, esilarante

nel ruolo comico di Elviro."

A.Merli

Dresdner Neueste Nachrichten"

(Semperoper Dresda Musikfestspiel)

"Matteo Peirone als das Faktotum Elviro, Diener des K önigsbruders. Mit  Leporello-artigem Mutterwitz ausgestattet, war er stimmlicher und darstellerischer  "Motor" der Aufführung"

(Matteo Peirone come Factotum Elviro con una furbizia naturale gestita alla Maniera

di Leporello, è stato sia vocalmente che interpretativamente  "motore" dello  spettacolo)

G.Bohm

Sächsische Zeitung

"Die andere Belebung der Bühne kam von Matteo Peirone als Diener Elviro. Peirone  ist auf Bass-Buffo-Rollen spezialisiert und kennt seine Einlagen à la Donizetti oder  Cimarosa sicher im Schlaf."

(l'altro elemento vivificante della scena veniva da Matteo Peirone. Questo interprete,  specializzato nei ruoli Buffi, è in grado di fornire il suo certo talento alla maniera di  Donizetti o Cimarosa, anche ad occhi chiusi".    I.Tungler

-          Giacomo Puccini

"Boheme"                  (Benoit/Alcindoro)

"La Repubblica" (Napoli Teatro di San Carlo )

"Tutti bravi, musicali e scenicamente duttili; sono bravi persino i comprimari: Matteo Peirone come Benoit."    M.Zurletti

"L'Opera"

"..fino al Benoit spiritosamente  interpretato da Matteo Peirone"  A.Santini

“L’Opera “ (Regio di Parma)  Una menzione merita Matteo Peirone nella duplice parte di Benoit ed Alcindoro, personaggi ideali per sottolineare il suo talento di caratterista.     Giancarlo Landini

Su il sipario”

Benoît e Alcindoro sembrano fatti su misura per Matteo Peirone,…  P. Zoppi

Forumopera    (Parigi Bastille)

Mention honorable

....Benoît (Matteo Peirone) est vraiment tordant, avec un italien savoureux.   ....Il Benoit (Matteo Peirone) è veramente divertentissimo , con un Italiano gustoso.    Sylvain Fort

Teatro.org

Nostalgia di Boheme Ben risolti anche i ruoli minori come il Benoit di Matteo Peirone (di cui vediamo in un cameo la moglie bisbetica) , più personaggio con dietro un vissuto che non semplice macchietta, Ilaria Bellini

TOSCA                     (IL SACRESTANO)

Opera Actual A.V.Ugarte     (Bilbao Abao)

“del resto del reparto seria conveniente destacar al Bajo italiano  Matteo Peirone, que construyo’ un Sacristan impactante, muy comico, ricordando las miticas creaciones de Fernando Corena.”

L’opera (Roma Stadio Olimpico)

“Lineare ed efficace il Sacrestano di Matteo Peirone”

Il Giornale della musica (Parigi Opera Bastille)

Molto bravo Matteo Peirone nel ruolo del Sacrestano. Cresciuto nell'Accademia della Scala, dimostra ancora una volta, dopo l'indimenticabile caratterizzazione di Enzo Dara del ruolo nella versione di Zeffirelli, come si possa lavorare in maniera eccellente su un ruolo di carattere.  G. Maresta